Lezione Suono e trucchi al Trombone metodo Arban free download

Arban method for Trombone free download

Ecco gratis, un Metodo per suonare bene il Trombone

In questa lezione con il bocchino tradizionale suonerò degli esercizi di Jean Baptiste Arban. Un buon metodo è quello di registrarvi mentre eseguite degli esercizi semplici, in modo da poterli suonare ed eseguire poi col bocchino quando ne avete la necessità o quando non potete studiare. Suonerò 2 esercizi dell’Arban, in modo che possiate trarre spunto a casa vostra.

 

Ecco altri esercizi per trombone

Dopo aver fatto gli esercizi al trombone col bocchino tagliato passo al bocchino tradizionale. Eseguirò degli arpeggi. Ricordatevi sempre di cantare se vi è necessario, di pensare l’aria prima della vibrazione e di evitare il può possibile l’utilizzo della lingua. Questa è una cosa che a me aiuta moltissimo.

Altri trucchi per suonare il trombone

Oggi volevo condividere con voi altri esercizi con il bocchino. Io utilizzo il bocchino tagliato o anello o visualizzatore a seconda di come preferite chiamarlo, e poi il bocchino tradizionale. Una cosa importante è quella di imparare a cantare quello che poi dovete o volete suonare al trombone. Un consiglio rivolto sopratutto ai più giovani; la regola per me è cantare e suonare col bocchino e poi eseguire al trombone. Questa tecnica permette di creare un bel progetto in testa, per poi poterlo cominciare a disegnare con le vostre labbra fino a quando poi lo potete portare al trombone per amplificarlo. Quindi se avete una buona idea e la sapete suonare con le labbra, quella buona idea passerà poi al trombone. Il trombone è un elemento vuoto che il musicista trombonista deve potere riempire partendo dall’idea che vi dicevo prima. Gli esercizi sono semplicissimi. Potete scegliere di cantarli prima, che è sempre una buona tecnica specie per i più giovani, e poi suonarli col bocchino. Se non avete il bocchino tagliato o l’anello non preoccupatevi, suonateli col vostro bocchino. Gli esercizi sono semplici. Ascoltali ed eseguili.

Ecco un’altra lezione di trombone online da vedere gratis

Questo è un esercizio con delle scale musicali, però pensando di più allo staccato. Partirò da Fa maggiore, 2 ottave. La prima articolazione che faccio è assolutamente senza lingua, solo aria, molto lento. La seconda è Da, la terza è Ta, un pò più veloce. L’ultima è un pò più staccato. Fate gli esercizi, però riposate almeno 30 secondi tra un esercizio e l’altro, oppure provate ad immaginare un altro che farà l’esercizio al posto vostro e quindi prendetevi lo spazio che vi serve. La pausa è molto importante e i musicisti riposano tra un esercizio e l’altro proprio come fanno i culturisti in palestra, che devono riposare tra un esercizio con i pesi e l’altro. Esercitatevi solo con l’aria. Eseguite l’esercizio e poi riposate prima del Sol Bemolle Maggiore. Per quelli che a casa non possono studiare e suonare perché rischiano di fare troppo rumore e dare fastidio, un’idea che vi suggerisco è questa: mentre eseguite questi esercizi o qualsiasi altro esercizio, registratevi con il telefonino e dopo qualche ora potete ripetere suonando solo col bocchino e ascoltando voi stessi. Fate gli esercizi dell’Arban, per esempio, che sono corti. Li registrate e dopo li suonate col bocchino, per evitare di disturbare in alcune occasioni o in alcuni ambienti. 

 

 

 

 

 

Un pò di Melodia al Trombone

Adesso mi dedico allo studio melodico con l’aiuto dell’Arban e di altri studi ed esercizi e passi d’orchestra. Farò un esercizio preso dal Bordogni, perché lo ritengo una palestra per il fraseggio. Io ritengo che il Bordogni non è solo un esercizio per il legato ed è riduttivo pensarla in questo modo. Sono studi fantastici che possono veramente arricchirvi musicalmente con fraseggi, colori, dinamiche della musica ed esecuzioni al trombone. Suonerò il Bordogni N1 giusto per dare un’idea di come io approccio questi studi. Suonerò ed eseguirò in modo lento, cosa che consiglio anche a voi. Poi potete anche esercitarvi in un’esecuzione più veloce. In ogni caso cercare il vostro stile, il vostro colore e le vostre dinamiche.

Esercizi di flessibilità al Trombone

Adesso un pò di flessibilità. Ricordatevi di respirare molto e di cantare. Non dovete fare un esercizio macchinoso ma sempre molto musicale. Come avete notato la prima nota dev’essere lunga e poi cominciate con la flessibilità. Così otterrete un bel suono. 

Le scale lente e glissate al Trombone

Dopo aver fatto gli esercizi di flessibilità verso il basso e verso l’alto, potete eseguire delle scale lente e glissate di 2 ottave partendo dal Fa basso, un’ottava e poi su fino al Fa alto. Piccolo stop per ricomporre la postura, il corpo, la respirazione, e si riparte da Si maggiore. Durante l’esecuzione pensate sempre alla massima eleganza. Pensate di suonare come se foste un solo orchestrale, o di suonare in un vostro momento operistico o in una sinfonia. Date sempre il meglio in ogni esercizi,o senza fare distinzione tra esercizio e musica. In ogni esecuzione dev’esserci la musica, la creazione, il sentimento e l’eleganza, in modo che ogni esercizio diventi una creazione.

 

Lezione di arpeggi e registri bassi e alti per un bel suono al Trombone

Adesso farò un’altra serie di esercizi che io faccio da tantissimi anni. Partirò dal registro basso per poi spostarmi verso l’alto in varie sessioni che arrivano fino alla sesta posizione. Mi raccomando una buona postura e una respirazione profonda. È sempre molto importante respirare pieno e facile e poi lasciare andare l’aria cantando una buona vibrazione. Tra una posizione e l’altra riposate ognuno secondo la propria necessità. Cantate una buona vibrazione e pensate un bellissimo suono, come se foste su un palco ad esibirvi in un vostro momento solistico. Qualcosa può venire bene, qualcosa meno bene ma non è importante perché è ginnastica musicale quella che stiamo facendo, ginnastica per il suono e per la respirazione. Ovviamente la vibrazione è una componente molto importante. Qualora abbiate necessità, tornate al vostro bocchino e provate che tutto funzioni. Aria e Vibrazione. Pensando agli amici trombettisti, se non potete andare al pedale fermatevi alla quinta per poi andare su. Durante l’esercizio ho aggiunto un pochettino di glissando per finire tutta l’aria . Se c’è qualcosa che non funziona, lavoratela singolarmente.

Lezione al Trombone con esercizi eseguiti con il Bocchino

Gli esercizi di oggi saranno eseguiti col bocchino, per poi essere ripetuti al trombone. Quello che di solito faccio quando prendo il Trombone al mattino è respirare profondamente e soffiare 10 volte dentro al Trombone, con la stessa impostazione delle labbra di quando suono. Questo esercizio di respirazione ripetuto 10 volte vi aiuterà a riscaldare lo strumento e a muovere l’aria come se stesse eseguendo degli esercizi di strethcing, di scioglimento.  Andate avanti fino alla settima posizione, poi ritornare su Si bemolle.  

Ecco altri facili esercizi al Trombone con il metronomo

Vi propongo una serie di esercizi facilissimi tratti dal libro di Charlie Vernon. Charlie Vernon è un famoso insegnante trombonista americano. Questi esercizi hanno un tempo di impiego di 15 minuti. Impostate il Metronomo a 50/60. Assicuratevi di respirare molto e di utilizzare il glissato quando potete, in modo da incollare tutti i passaggi nel legato. Io parto in Si bemolle, poi mi sposto in Mi bemolle, La bemolle, Re bemolle, fino a fare tutto il giro delle tonalità. Staccate con pause di almeno 20 secondi tra un esercizio e un altro per ossigenare. Assicuratevi di utilizzare tanta aria e di fare attacchi senza lingua.   

 

 

Share:
Consulente SEO Roberto Conigliaro